Cosa dice la Legge Italiana?

La legislazione in materia di conservazione del sangue del cordone ombelicale varia da Stato a Stato, anche all’interno della stessa Unione Europea: alcune nazioni prevedono esclusivamente la donazione eterologa, altre danno libero accesso a tutte le possibilità, e altre ancora permettono la donazione autologa solo con particolari criteri.

I Paesi Europei che hanno scelto un sistema misto, in cui è possibile rivolgersi sia a centri pubblici sia a istituti privati autorizzati e accreditati, sono 16. La Spagna ha scelto un sistema misto con alcune particolarità, infatti anche il materiale biologico conservato in banche private può essere utilizzato per una donazione solidaristica in caso di necessità.

Nuvoletta_fumetto_2In Italia il Ministero del Lavoro, Salute e Politiche Sociali ha emanato il 18 novembre 2009 il decreto “Disposizioni in materia di conservazione di cellule staminali da  sangue del cordone ombelicale per uso autologo-dedicato”.

L’ordinanza autorizza la conservazione al fine di una donazione solidale eterologa, cioè in favore di persone diverse da quelle da cui le cellule sono prelevate, in strutture pubbliche dedicate.

E’ consentita, inoltre, la conservazione di sangue da cordone ombelicale per uso dedicato al neonato stesso o a consanguineo con patologia in atto al momento della raccolta, “per la quale risulti scientificamente fondato e clinicamente appropriato l’utilizzo di cellule staminali da sangue cordonale, previa presentazione di motivata documentazione clinico sanitaria” (donazione dedicata).

La legislazione italiana consente dunque esclusivamente la donazione eterologa del sangue del cordone ombelicale e la conservazione dedicata presso una delle 19 banche pubbliche presenti sul territorio nazionale in casi particolari.

Non essendo consentita per legge la conservazione ad uso autologo, non sono presenti in Italia banche private che conservano il sangue cordonale.

Rimane la possibilità di esportare presso strutture private estere campioni di sangue da cordone ombelicale per uso autologo per i soggetti interessati che ne fanno richiesta al Ministero (Accordo Stato-Regioni del 29 aprile 2010). Il compito di autorizzare le esportazioni per uso autologo è affidato alla Direzione Sanitaria delle strutture in cui avviene il parto.

La Legge 219 del 21 ottobre 2005 stabilisce che le cellule staminali non possono essere oggetto di lucro e punisce qualsiasi attività che produca un profitto derivante dalle stesse, equiparandole al sangue e agli organi.many colorful folders on the white background

In Italia inoltre vige il divieto di esportare il tessuto del cordone ombelicale o le cellule staminali mesenchimali presenti lungo il lume dei vasi ombelicali. Nel documento risolutivo con cui si autorizza l’esportazione di sangue cordonale si legge: “Il presente accordo si applica esclusivamente al sangue contenuto all’interno del cordone ombelicale e non ad altra tipologia di cellule o tessuto”.

La legge consente di esportare solamente il sangue mentre impedisce di fare altrettanto con il tessuto del cordone ombelicale o con le staminali mesenchimali presenti all’interno di questo tessuto.

Per approfondimenti sulle Normative in vigore, clicca qui

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.