La pelle cambia: modificazioni cutanee in gravidanza

Cicatrici, smagliature, perdita di tono, iperpigmentazione..queste e molte altre sono le modificazioni che avvengono a livello cutaneo durante la gravidanza.

Cosa aspettarsi quando si aspetta: i disturbi più comuni in gravidanza

Iperpigmentazione

linea alba

Tutti questi cambiamenti sono dovuti principalmente alle modificazioni ormonali a cui è sottoposto l’organismo durante la gestazione; e la pelle ne risente.

Sin dall’inizio della gravidanza è possibile veder comparire una iperpigmentazione in alcune aree del corpo, come l’areola mammaria, l’inguine e la linea che collega il pube all’ombelico (linea alba). Questo tipo di inestetismo, accentuato nelle donne con carnagione scura, si presenta nel 95% delle gestanti e spesso migliora dopo il parto.

Esiste anche una condizione chiamata melasma gravidico: si manifesta con macchie scure localizzate sul viso (in particolare zigomi, fronte e labbro) ed interessa circa il 50-70% delle donne.

Si accentua dopo l’esposizione al sole dunque si consiglia di utilizzare sempre una crema protettiva sulle zone esposte.

Sembra che alla base di questi disturbi vi sia una predisposizione genetica a cui si associa il coinvolgimento degli ormoni ovarici che determinano una modificazione dei melanociti (cellule che producono melanina).

Dopo la gravidanza è possibile ridurre l’iperpigmentazione tramite l’utilizzo di creme schiarenti o peeling.

Dilatazione capillare

Gli estrogeni sono invece responsabili della dilatazione dei capillari sulle gambe, della perdita del tono e dell’elasticità dei vasi sanguigni e dell’aumento del flusso sanguigno alle gengive e alle mani. Anche i capelli e le unghie grazie a questi ormoni si modificano e la loro fase di crescita dura più a lungo.

Smagliature

smagliature

Tuttavia il nemico numero uno delle donne in gravidanza sono le smagliature, la cui comparsa è favorita dal quadro ormonale che porta ad un indebolimento delle fibre, del collagene e della struttura del derma.

Dal punto di vista cellulare le smagliature sono delle cicatrici dovute alla rottura delle fibre collagene nel derma, lo strato profondo della pelle.

Circa il 50% delle gestanti è interessata da questo inestetismo localizzato su pancia, fianchi, cosce e seno, principalmente nel terzo trimestre.

La terapia migliore è la prevenzione, perché le smagliature non possono sparire ma solo attenuarsi. Durante la gravidanza si possono applicare prodotti che favoriscono l’elasticità e sono a base di elastina, collagene, olii (mandorle dolci, oliva, germe di grano).

Massaggio materno: pratica d’amore. –> Leggi il nostro articolo!

Per prevenire le smagliature è necessario intervenire anche sugli stili di vita, preferendo un’alimentazione sana, ricca di acqua, vitamine e antiossidanti.

Dopo il parto, le smagliature possono essere ridotte tramite peeling che favoriscono la sintesi di collagene, trattamenti di radiofrequenza e massaggi.

 

Articolo a cura dell’Ost. Colombo Giulia

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.