Nausea in gravidanza

Il test di gravidanza è positivo: tu e il tuo compagno aspettate un bambino! Lo stick positivo però è solo la conferma di una sensazione che dentro di te già si era fatta strada nei giorni precedenti..forse era un sentimento nuovo, forse avevi già qualche piccolo disturbo..

La nausea mattutina e in alcuni casi il vomito, sono alcuni dei sintomi precoci della gravidanza e si riscontrano nell’ 80% delle donne. Nella maggior parte dei casi compaiono intorno all’8 settimana di gestazione ma ci sono enormi variazioni sul momento dell’insorgenza di questi sintomi, tanto che il 34% delle gestanti li sperimenta già dopo 4 settimane dal concepimento. Il disturbo tende a scomparire al termine del primo trimestre, in ogni caso entro la 20 settimana.

Disturbi comuni in gravidanza

Pur trattandosi di fenomeni che influenzano notevolmente la qualità di vita della donna, nausea e vomito non rappresentano un rischio per la gravidanza in corso.

Vediamo insieme quali sono i possibili rimedi per questi disturbi e come affrontarli con serenità.

Lo zenzero

zenzero

Molti studi documentano l’efficacia dello zenzero nel trattamento della nausea gravidica: Un  Revisione Sistematica indica l’efficacia di 250 mg/die di zenzero 4 volte per 4 giorni rispetto al placebo nel ridurre il vomito e la nausea. Anche la terapia con sciroppo (un cucchiaio in circa 120-240 mL di acqua 4 volte/die) appare efficace nel ridurre i sintomi già dopo 6 giorni dalla prima assunzione. Inoltre lo zenzero non ha alcun effetto teratogeno per il feto, dunque rappresenta un trattamento sicuro.

L’agopuntura (punto P6)

Esistono studi discordanti sull’efficacia dell’agopuntura e dell’acupressione sul punto P6; in alcuni casi le donne hanno mostrato una riduzione dei sintomi rispetto ad altri trattamenti, in altre situazioni non è stato riportato alcun effetto.

Ti interessa la medicina complementare? Vai alla nostra area dedicata!

Gli antistaminici

Gli studi dimostrano l’efficacia dei farmaci antistaminici nella riduzione di nausea e vomito, pur riscontrando un aumento della sonnolenza nelle donne che assumevano questo tipo di farmaci. Non sono stati riportati effetti avversi o teratogeni.integratori2

Le vitamine B6 e B12

L’efficacia della vitamina B6 è stata valutata in numerosi studi: dosi di 25-75 mg 3 volte/die diminuiscono la nausea ma non il vomito. Essendoci dei dubbi circa la tossicità di questo composto a dosi elevate, in Regno Unito il Committee on Toxicity of Foods raccomanda di non superare la soglia di 10 mg/die.

In due Revisioni Sistematiche la vitamina B12 ha mostrato di ridurre in misura statisticamente significativa nausea e vomito gravidici. Tuttavia non è da considerare come trattamento di prima scelta poiché mancano studi sufficienti a stabilirne la sicurezza.

 

Il consiglio dell’Ostetrica

Se hai nausea e vomito:

– cerca di idratarti molto, bevendo a piccoli sorsi.

– preferisci le bevande che aiutano a reintegrare i Sali minerali (acqua zuccherata o the) evitando bevande gassate o molto fredde.

– fai piccoli pasti durante l’arco della giornata, preferendo alimenti secchi e salati (crackers, grissini, fette biscottate).

– cerca di ridurre l’assunzione di caffè.

– biscotti e infusi allo zenzero possono aiutarti a ridurre il disturbo.

Vuoi saperne di più sull’alimentazione in gravidanza? Leggi l’articolo dell’ostetrica!

 

Articolo a cura dell’Ost. Colombo Giulia

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.