Nonni: una risorsa!

I nonni sono figure fondamentali per i bambini: sono saggi e portatori di conoscenza ma anche giocosi; scrupolosi, ma anche pazienti e comprensivi. I piccoli ricevono dai nonni un amore incondizionato, fatto di attenzione, tenerezza, trasgressione, allegria e spensieratezza, che porteranno nel loro cuore per tutta la vita; ricambiano con sorrisi, risate, abbracci, pieni di gratitudine ma, soprattutto, di gioia di vivere.

Negli ultimi duri anni di crisi, spesso, i nonni aiutano attivamente i genitori che lavorano o non possono permettersi la baby-sitter, nella cura dei bambini, dedicandosene a tempo pieno, consapevoli che i ritmi possono essere stancanti.

Se non sono ancora in pensione e non possono essere “sempre a disposizione”, non disponendo del tempo necessario per accudire i nipoti a causa di impegni o di problemi di salute, il loro aiuto può essere in forma di babysitteraggio, per consentire ai genitori di trascorrere una tranquilla serata a due o un breve viaggio nel fine settimana, rispettando sempre le esigenze di tutti.

Se i nonni vivono lontani, possono vedere e parlare con i propri nipotini via Skype, senza limiti di tempo e di costi. Appena ne hanno la possibilità, li vanno a trovare, ben consapevoli che il calore di un abbraccio è insostituibile.

Altri non vogliono, comprensibilmente, caricarsi di responsabilità e non per questo devono essere giudicati, ma compresi e rispettati.

Piccoli, semplici gesti come andare a prendere il pane insieme alla nonno, accompagnarlo nell’orto, fare lunghe passeggiate ai giardinetti, osservare la nonna cucinare o partecipare alla preparazione del cibo, ascoltare i racconti sulla loro gioventù o sull’infanzia dei genitori, sono momenti unici per i bambini, che li arricchiscono.

Indipendentemente dall’aiuto offerto, il ruolo dei nonni deve essere di sostegno, concreto o silenzioso, alla famiglia, senza interferenze nelle decisioni dei genitori: una figura discreta, generosa, sempre disponibile e consapevole dei propri limiti, pronta a mettersi da parte, se necessario, resistendo alla tentazione di intervenire.

I nonni sono, spesso, accusati di “viziare” i nipoti, non solo con ghiottonerie ma, soprattutto, essendo più permissivi e meno intransigenti dei genitori, stando attenti a non alzare la voce, coccolandoli costantemente. Si teme che questi “vizi” siano deleteri per il piccolo. I bambini hanno bisogno di amore, che si declina in vari modi, anche sotto forma di trasgressione, e un nonno può dare al nipotino quell’affetto e quella rassicurazione, che faranno di lui un adulto sicuro di se stesso, aperto al mondo e alla vita.

Il 2 ottobre, data in cui la Chiesa Cattolica celebra gli Angeli Custodi, è la festa ufficiale dei nonni. Non ricordiamoci di loro una sola volta l’anno, ma celebriamoli e ringraziamoli ogni giorno.

 

Articolo a cura di Gloria Beatrice

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.