Micronutrienti

Micronutrienti e malattie mentali

Un crescente numero di studi indica che l’alimentazione gioca un ruolo fondamentale nell’insorgenza e nel trattamento dei disturbi mentali come la depressione, l’ansia e la schizofrenia.

Inoltre, anche le più recenti evidenze scientifiche sul metabolismo cerebrale dimostrano che alcuni micronutrienti possono influenzare lo sviluppo e la progressione di tali patologie.

micronutrienti

Un apporto mirato di singoli micronutrienti sembra avere effetti protettivi o terapeutici per alcune malattie mentali.

Al contrario, i disturbi come ADHS, alcool dipendenza e disordini alimentari, possono portare ad una carenza di alcune vitamine e micronutrienti.

Principali micronutrienti studiati, fonti alimentari e correlazioni riscontrate

Micronutrienti

Ad esempio, gli studi epidemiologici hanno mostrato che esiste una correlazione tra bassi livelli di acidi grassi polinsaturi e insorgenza di schizofrenia e depressione. Dunque, gli Omega-3 sembrano avere effetti positivi, così come l’acido folico.

Acido folico: prevenzione al primo posto –> leggi l’articolo!

Micronutrienti

L’acido folico e la vitamina B12, inoltre, sono carenti in molti anziani e sono, spesso, correlati ad un aumento plasmatico dell’omocisteina e ad una riduzione delle performance cognitive. Alti livelli di omocisteina, infatti, danneggiano i vasi e le cellule nervose e contribuiscono all’insorgenza di demenza senile.

Sembrerebbe che la supplementazione con acido folico+vitamina B12+ vitamina B6, riduca gli effetti della demenza e dell’Alzheimer, oltre che dei disturbi bipolari.

Micronutrienti

La vitamina B1 è essenziale per il sistema nervoso e la sua carenza causa patologie degenerative come la Wernicke-Korsakoff syndrome o la beri beri, una malattia caratterizzata da letargia, disordini della circolazione, disturbi nervosi e muscolari.

Micronutrienti

Anche la vitamina D è importante: studi dimostrano che alti livelli di questo micronutriente riducono il rischio di depressione, demenza e Alzheimer.

Micronutrienti

Lo zinco potrebbe risultare efficace nei disturbi dell’attenzione e nell’iperattività, così come il ferro.

Micronutrienti

Per quanto riguarda il rame, uno studio ha dimostrato che il 25% dei bambini affetti da ADHD presenza una carenza di questo nutriente.

La dieta Mediterranea, che apporta un elevato quantitativo di tutte queste sostanze, potrebbe avere un effetto protettivo contro depressione, demenza e patologie mentali.

OKkio alla SALUTE: il programma del Ministero sull’alimentazione dei bimbi –> Leggi l’approfondimento!

 

Dunque, è importante associare al trattamento farmacologico delle patologie, anche corretti consigli nutrizionali per potenziare l’effetto della terapia standard.

 

Per approfondire l’argomento, leggi il nostro articolo “Personalizzare l’apporto di micronutrienti“!

 

Fonte:

http://www.nutri-facts.org/no_cache/eng/topic-of-the-month/detail/article/micronutrients-and-mental-illnesses/

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.