Dermatite atopica

Dermatite atopica

Dermatite atopica

Che cos’è?

La dermatite atopica è una patologia della cute del bambino che consiste in una risposta anomale ed esagerata della pelle alla presenza di allergeni non alimentari, solitamente non tossici. Questa malattia ha origine genetica e si manifesta in modo diverso a seconda dell’influenza dell’ambiente.

Quando si manifesta?

Nei Paesi occidentali, è la più diffusa malattia cutanea dell’infanzia, con un’incidenza in aumento, e costituisce il 20% delle patologie della pelle dei bambini.

Nel 90% dei casi si manifesta tra 1 e 5 anni; in particolare il 40-60% dei bambini manifesta i primi sintomi tra il terzo e il sesto mese di vita mentre la restante parte li presenta a circa un anno di età.

Quali sono i sintomi?

Dermatite atopica

La pelle si presenta secca, desquamata e arrossata, con aree infiammate, umide e secernenti siero. Se la malattia è cronica, la pelle è ispessita e desquamata, di colore più scuro.

La dermatite atopica può causare intenso prurito: il piccolo non riesce a non grattarsi e causa lesioni alla pelle, a cui spesso si sovrappongono infezioni. Il prurito, più evidente di notte, rende il sonno disturbato.

Quali sono le aree del corpo più colpite?

  • Nei bambini fino a 2 anni, la malattia colpisce prevalentemente il volto e il cuoio capelluto: il viso è colpito in modo simmetrico, in particolare su fronte, zigomi e guance. La situazione migliora attorno ai 3-4 anni.

dermatite atopica

  • Se la dermatite compare intorno ai 2 anni, colpisce le pieghe delle braccia e delle gambe, con lesioni simmetriche, più raramente compare sul viso.

dermatite atopica

Quali sono le cause più frequenti?

La dermatite atopica può essere causata da numerosi fattori associati come:

  • fattori genetici: il 70% ha parenti di primo grado con allergie e il 30% ha genitori o fratelli con la medesima patologia;
  • fattori immunologici: alterazione della produzione anticorpale, o anomalie della struttura della cute;
  • fattori non immunologici: eccessiva risposta della pelle a fattori irritanti.

Altri possibili fattori responsabili sono l’inquinamento ambientale, la temperatura dell’ambiente domestico, il fumo, l’uso di latte artificiale e l’introduzione precoce di alimenti complementari al latte materno, il consumo di cibi ricchi di conservanti, la scarsa esposizione alla luce solare.

Come si diagnostica?

Il medico formula la diagnosi sulla base delle lesioni, che sono caratteristiche. Si possono eseguire test cutanei o esami ematici per individuare eventuali allergie alimentari.

Dermatite atopica

 

Per ulteriori approfondimenti, visita la nostra sezione Cura della pelle!

 

Fonte:

La salute del mio bambino. AA.VV. Ed. red! 2009

 

 

4 commenti
    • Gloria Beatrice
      Gloria Beatrice dice:

      Thanks a lot: we de llmiobebe we are very honored!

      Stay tuned: we are preparing lots of news for everyone.

      A warm hug from the entire editorial staff of Ilmiobebe

    • Gloria Beatrice
      Gloria Beatrice dice:

      Thank you so much, dear Bernadette: we are honored!

      Stay tuned: never let you down.

      A warm hug from the entire editorial staff of Ilmiobebe

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.