Eczema

Eczema

Che cos’è l’eczema?

eczema

L’eczema è un’infiammazione della pelle che provoca la formazione di macchie rosse pruriginose, secche e che tendono a desquamare, oppure di aree umide e trasudanti. Se l’eczema diventa cronico, la cute infiammata diventa spessa e squamosa.

Quante e quali forme esistono?

In dermatologia si distinguono le seguenti forme:

secondo lo sviluppo:

  • eczema acuto: con arrossamento, edema, flittene, erosioni, croste;

Eczema

  • eczema cronico: con squame, lichenificazione, ipercheratosi, ragadi.

Eczema

secondo i fattori che causano la reazione:

  • esogeni: eczemi da contatto; allergici o irritativi;
  • endogeni: eczemi atopici, disidrotici, microbiali, nummulari, seborreici e lichen simplex.

Può instaurarsi a qualunque età ed in persone sane.

Quali possono essere le cause?

Talvolta, l’eczema insorge perché la pelle è venuta in contatto con sostanze irritanti. In altri casi, invece, può essere determinato da reazioni dell’organismo particolarmente sensibile a certi generi di cibo quando il soggetto soffre di allergia alimentare. L’eczema è, quindi, una manifestazione allergica.

Eczema

Per ulteriori approfondimenti, leggi anche La dermatite atopica

Dove compare più di frequente?

La malattia può apparire in qualunque parte del corpo, ma con maggiore frequenza si instaura sulle mani, sulle gambe, sui piedi e sulle orecchie.

Cosa fare?

L’eczema spesso non scompare facilmente e, in questo caso, si deve seguire un particolare regime alimentare o si deve evitare il contatto con la sostanza che lo ha provocato.

Consigli utili

  • Curare la pulizia del bambino.
  • Tenere le unghie corte.
  • Mantenere la pelle morbida ed idratata con prodotti emollienti.
  • Non usare saponi o bagnoschiuma; preferire detergenti oleosi e limitare il contatto con l’acqua molto calda.
  • Evitare indumenti di lana o tessuto sintetico.
  • Utilizzare sapone di Marsiglia per il lavaggio della biancheria e risciacquare a fondo.
  • Indossare indumenti comodi, leggeri.
  • In casa, mantenere una temperatura intorno ai 18°C per evitare la sudorazione e il prurito.
  • Ridurre il contatto con la polvere.
  • Evitare il consumo di alimenti irritanti come agrumi e pomodori.

 

Per saperne di più su cute e patologie più frequenti, visita la nostra sezione Cura della pelle!

 

Fonte:

La salute del mio bambino. AA.VV. Ed red! 2009

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.