La pelle: un vestito su misura

La pelle dei bambini nei primi anni di vita è considerata un ideale cosmetico da raggiungere (Hai la pelle di un bambino): ma è davvero così perfetta?

Rispetto a quella di un adulto, la pelle del bambino è molto vulnerabile, spesso secca e reattiva, a causa di una funzione barriera ancora poco efficiente, per questo motivo è più facilmente soggetta a problemi. La secchezza cutanea può facilmente creare una sensazione di fastidio e  di pelle “che tira”, con profondo disagio nel bambino, stati di irritabilità, insonnia.

La scelta dei prodotti giusti diventa allora un gesto fondamentale per la prevenzione ed il trattamento della cute infantile, per restituire alla pelle compromessa la giusta idratazione e ripristinare la corretta barriera idrolipidica.

Anche il  bagnetto quotidiano, quel momento speciale che lega mamma e bambino in un rituale magico di complicità, richiede regole ben precise: acqua troppo calda, bagni prolungati, sbalzi di temperatura, detergenti aggressivi sono tutti fattori da evitare, perché contribuiscono ad alterare un film idrolipidico già compromesso, irritando ulteriormente la pelle.

IDI_Soagen Olio Corpo_fotoI prodotti più adatti

Anche la scelta di un prodotto può essere un gesto d’amore per la cura e la protezione del proprio bambino.

Per la detersione è importante utilizzare prodotti, preferibilmente in formulazioni oleose, ricche di sostanze affini alla pelle. Gli oli  potenziano la barriera protettiva cutanea, fattore indispensabile per una corretta idratazione, lasciando  un film protettivo che aiuta a ridurre la perdita d’acqua e quindi la secchezza.

L’olio rappresenta l’alleato ideale per eliminare l’antiestetica crosta lattea tipica del neonato, aiutandosi con un pettinino.

 

Attenzione all’etichetta: i prodotti non devono contenere tensioattivi aggressivi (SLS, SLES), né parabeni aggiunti, devono avere  principi attivi che possono vantare un’azione lenitiva e rinfrescante.

Da controllare il test sui metalli, oggi sotto il mirino dei controlli, a causa dei fenomeni di sensibilizzazione e allergia che possono determinare (Nichel).

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.