Vaccinazione: nessuna correlazione con l’autismo

La vaccinazione contro il morbillo, la parotite e la rosolia (MPR) non è correlata all’incremento del rischio di autismo.

La nuova conferma viene da uno studio, condotto su quasi 96.000 bambini vaccinati, coordinato dal Dottor Anjali Jain del Lewin Group, società di ricerca e consulenza in campo sanitario, pubblicato sulla rivista JAMA.

baby-200760_1920

I risultati ottenuti sono particolarmente importanti, perché non hanno rilevato alcuna correlazione, neppure nella popolazione ritenuta geneticamente a maggiore rischio di autismo, cioè quella dei bambini con fratelli maggiori già colpiti dalla malattia.

I fratelli minori di bambini artistici sono, inoltre, una popolazione in cui la copertura vaccinale tende ad essere inferiore a quella generale: secondo un’indagine epidemiologica, infatti, una percentuale non trascurabile dei loro genitori non fa vaccinare il secondogenito, per paura della correlazione con l’autismo, nonostante sia stata smentita da quasi 15 anni di ricerche serrate.

Jain e colleghi hanno esaminato i dati relativi a 95.727 bambini, coinvolti nella campagna vaccinale per morbillo, parotite e rosolia, tra il 1997 e il 2012. di questi, 1929, cioè il 2,01%, avevano un fratello maggiore affetto da autismo.

 

Dall’analisi statistica dei dati è emerso che non ci sono differenze, nel tasso d’insorgenza, tra bambini vaccinati e bambini non vaccinati.

Coerentemente con quanto emerso in altre popolazioni, non abbiamo rilevato alcuna associazione tra la vaccinazione MPR e un incremento di rischio di autismo tra i bambini, neppure tra i soggetti più a rischio, cioè quelli con un fratello artistico”, scrivono gli autori.

codice_eticoIn un editoriale, pubblicato sullo stesso numero di JAMA, Bryan H. King ha riassunto così i risultati ottenuti negli anni in merito:

Decine di studi hanno mostrato che l’età d’insorgenza dell’autismo non varia tra la popolazione di bambini vaccinati e quella di bambini non vaccinati; che la gravità e il decorso dell’autismo non differiscono tra vaccinati e non vaccinati; ora, che il rischio di sviluppo di autismo non differisce tra bambini vaccinati e non vaccinati”.

 

Per saperne di più, leggi il nostro articolo “Il calo di vaccinazioni e l’epidemia di morbillo negli USA”. Lo trovi nella sezione Attualità e Salute!

 

Link utile:  

Vaccinazioni – Ministero della Salute

Il nostro calendario vaccinale

 

Fonte:

www.lescienze.it

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.