gravidanza

Desiderio di gravidanza

Tutte le coppie che desiderano avere un bambino vorrebbero che arrivasse nel momento più adatto e che fosse sano. Circa il 70% delle coppie in cerca di gravidanza concepisce entro 6 mesi; tuttavia la percentuale di infertilità è alta e il problema può interessare la donna (30%), l’uomo (30%), la coppia (10%) o non essere riconosciuto (30%). Il tasso di infertilità aumenta con il passare dell’età dunque per evitare di incorrere in questa problematica tu e il tuo compagno:

·        Fate una visita medica generale e una specialistica;

·        Comprendete la fisiologia del ciclo ovulatorio per meglio indirizzare i rapporti;

·        Fate l’amore 2-3 volte alla settimana, in particolare nei giorni che precedono l’ovulazione;

Programmare la gravidanza è una scelta di salute perché una gravidanza desiderata e programmata è una gravidanza più sicura sia per la mamma che per il suo bambino.

gravidanzaCercare una gravidanza: le regole

Quando decidi di cercare una gravidanza prenditi cura di te: comportati nel periodo peri-concezionale come se fossi già incinta. Dunque assumi l’acido folico per ridurre il rischio di difetti del tubo neurale, cura l’alimentazione e lo stile di vita, fai una visita pre-concezionale.

Vuoi più informazione sull’assunzione di acido folico? Leggi l’articolo!

Se soffri di qualche malattia parlane con il tuo medico di fiducia: ogni patologia deve essere stabilizzata, controllata e trattata nel modo adatto prima di cercare una gravidanza.

Adotta un’alimentazione ricca di frutta e verdura, cereali integrali e non  raffinati, preferisci l’olio extra vergine di oliva per i condimenti e assumi legumi e pesce  2-3 volte alla settimana. Le carni, preferibilmente bianche, andrebbero limitate. Limita il consumo di alimenti crudi  e di bevande alcoliche e contenenti caffeina.

Svolgi regolarmente attività fisica, in questo modo manterrai il peso forma e aumenterai le chance di concepire: lo sport e la gravidanza sono collegati.

Se sei sovrappeso o eccessivamente magra, programma la gravidanza in modo da raggiungere prima il tuo peso forma. Il basso peso è infatti correlato a disturbi dell’ovulazione, difficoltà nel concepimento e patologie fetali; l’obesità allo stesso modo può aumentare il rischio di infertilità, patologie della gravidanza e malformazioni fetali.

Se fumi, smetti; se non fumi, riduci la tua esposizione al fumo passivo. Il fumo infatti non riduce solo la fertilità, ma aumenta la frequenza di aborto, gravidanza extrauterina, insufficienza placentare e patologia del feto e del neonato.

Evita il contatto con sostanze chimiche, sia in casa che fuori. Alcune sostanza possono provocare danni alla fertilità e causare malformazioni nell’embrione. Scegli alternative naturali,come aceto e bicarbonato, ai prodotti per la pulizia: anche l’ambiente ringrazierà.

Se hai avuto problemi ginecologici,storia di aborti ricorrenti, neonati di basso peso o nati prematuri, parlane con il tuo medico per escludere il rischio che vi sia una malattia che determina il problema ostetrico.

Se assumi farmaci, anche saltuariamente, prima di prenderli chiedi consiglio al medico o al farmacista: ci sono alcune medicine che non possono essere assunte durante la gravidanza o che rimangono in circolo a lungo.

vaccino-genitori

Se non sei immune contro la rosolia, la varicella, la pertosse, l’epatite B e il tetano, fai la vaccinazione. Alcune infezioni, se contratte in gravidanza, sono pericolose sia per la mamma che per il feto: vaccinarsi vuol dire evitare la possibilità di infezione. Se ti vaccini contro rosolia o varicella e il concepimento avviene prima dei 30 giorni o è già avvenuto, non ti preoccupare; non sono stati riscontrati problemi in nessuna delle donne che hanno eseguito la vaccinazione a inizio della gravidanza.

Controlla con un esame di essere protetta contro il CMV, se lo sei dimenticati della patologia; se non lo sei:

·        lavati le mani dopo aver giocato con i bambini più piccoli

·        non condividere piatti, bicchieri, posate, spazzolini con i bimbi

·        lava bene giocattoli e quanto è entrato in contatto con la saliva dei bambini.

Esegui un esame per la toxoplasmosi; se non sei protetta lava bene frutta e verdura prima di consumarle, evita cibi crudi e indossa i guanti quando fai giardinaggio o pulisci la lettiera del gatto.

Se tu o il tuo compagno avete il dubbio di essere portatori di anomalie genetiche per la presenza di casi in famiglia, parlatene con il medico per eseguire tutti gli esami del caso.

Ti interessa saperne di più su fertilità e alimentazione? Approfondisci qui!

Buona ricerca!

 

Fonti:

http://www.pensiamociprima.net/

 

Articolo a cura dell’Ost. Colombo Giulia

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.