Fatica in puerperio: come affrontarla in poche mosse

Pannolini, poppate, bagnetti, panni da lavare, casa da pulire, pranzi da cucinare, e pochissime ore di sonno..il puerperio è un periodo estremamente faticoso!

Spesso capita che tra le mille incombenze quotidiane ci si accorga solo a fine giornata di non essersi nemmeno pettinate. A questo si aggiungono i piccoli e grandi disturbi portati dai cambiamenti del corpo dopo il parto, perdite ematiche, dolori perineali, irritabilità.

Ma sarà normale sentirsi così stanche e demotivate?

eye-15699

In parte questa sensazione è fisiologica; il corpo sta affrontando un cambiamento importante e la nuova situazione di madre e moglie necessita di tempo per il rodaggio. I neonati sono impegnativi, richiedono molto tempo e totale dedizione, tempo che deve essere rubato ad altre attività meno impellenti.

I consigli per diminuire il senso di stanchezza

Vediamo quindi cosa si può fare per aumentare le energie e sentirsi meno stanche.

Programma piccoli momenti di riposo nell’arco della giornata; quando il tuo bambino dorme approfittane per chiudere gli occhi e dormire un po’ anche tu.

Mangia regolarmente senza saltare i pasti e cercando di mantenere una dieta equilibrata.

Ogni giorno fai una passeggiata di 30 minuti con il tuo bambino: uscire all’aria aperta non migliora solo l’umore materno ma permette il rilascio di endorfine endogene che aiutano la ripresa. Inoltre il neonato avrà maggiori stimoli e sarà più tranquillo.

PapàChiedi aiuto al tuo compagno: una sera a settimana potrà occuparsi lui della cena, oppure sorvegliare il vostro bambino mentre tu fai un bel bagno rilassante o esci un po’ con le amiche.

Se hai piccoli dolori, assumi un medicinale (compatibile con l’allattamento).

Chiedi aiuto a mamma e suocera: le nonne sono risorse importanti. Per evitare che diventino invadenti e che diano consigli inappropriati, chiedi loro di darti un aiuto pratico: stirare o fare la spesa al posto tuo, magari cucinare qualche piatto che si possa surgelare per le “emergenze”. Loro si sentiranno utili e tu dovrai svolgere meno incombenze.

Visita di fine puerperio? Ecco di cosa si tratta!

Quando rivolgersi al medico?

Ci sono situazioni in cui però la fatica sembra eccessiva , e allora è il caso di chiedere consiglio ad un medico.

1.   Escludi una depressione: la fatica è spesso uno dei sintomi della depressione post-partum insieme a sonnolenza, scarsa attenzione, ansia e sensi di colpa.

Vuoi maggiori informazioni sulla depressione post-partum? Leggi l’articolo!

2.   Escludi l’anemia: se ti senti stanca, a volte hai tachicardia e giramenti di testa, potresti essere anemica. Un semplice esame del sangue potrà identificare il problema.

3.   Escludi altri motivi medici: infezioni, influenze, virus..

 

 

Articolo a cura dell’Ost. Colombo Giulia

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.