Sassi

Sassi, che passione!

In estate, durante le passeggiate in riva al mare o sulle spiagge sassose, si possono scegliere e raccogliere pietre delle dimensioni più varie, levigate naturalmente dalle onde del mare, piatte, formose, regolari o più spigolose.

Sassi

Preparazione dei sassi

Una volta lavati in acqua tiepida con il sapone, per rimuovere lo sporco e la polvere, asciugati con cura e resi più uniformi, riempiendo eventuali buchi presenti con lo stucco o il das, i sassi sono pronti per essere trasformati in preziose e originali creazioni.

Come si colorano?

I sassi possono essere dipinti, nel caso dei più piccini, con le tempere normali o con i colori acrilici e ricoperti, una volta asciutti, con lucido fissante, per rendere brillante e più resistente lo strato di colore applicato. I sassi decorati sono utili per recintare l’aiuola del giardino o per creare le forme più fantasiose, se messi vicini.

Sassi

Come si decorano?

I più grandicelli possono trasformare i sassi in simpatiche coccinelle, teneri cavallucci marini o colorati pesciolini, lasciandosi trasportare liberamente dalla fantasia. I sassi decorati diventano segnaposti da tavola, fermaporte, fermacarte da scrivania, fermalibri, portafoto, portafortuna e magneti personalizzati, da regalare o da utilizzare personalmente.

Sassi

Come si dipingono?

Tutti, più o meno abili, possono provare a dipingervi sopra. Dopo l’applicazione di uno strato di colore acrilico, bianco o di gesso liquido, che funga da base, si aspetta che la vernice asciughi. Una volta individuato il soggetto da disegnare, se ne tracciano i contorni con la matita e si colorano gli spazi con i pennellini di precisione. Si lascia asciugare per un giorno e si spruzza la vernice trasparente laccata, che crea una finitura lucida e impermeabile.

Sassi

Sassi

Buon divertimento, di cuore, a tutti!

 

Vuoi altre idee per lavoretti semplici e divertenti? Prova i nostri timbri e stampini con le verdure!

 

Articolo a cura di Gloria Beatrice

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.