bicicletta

1 anno: pronti per le prime uscite in bicicletta!

I bambini, a partire da uno-due anni di età, possono prendere posto sul seggiolino, posto anteriormente o posteriormente, sulla bicicletta.

bicicletta

Nello specifico, da quando i piccoli riescono a sostenersi dritti sulla schiena, solitamente fra gli otto-dieci mesi, si possono iniziare a portare sul seggiolino anteriore, sempre sul telaio, assicurando i piedini negli appositi spazi. Il limite di peso per il trasporto anteriore è di 15 kg.

Dopo l’anno di età, è possibile passare al seggiolino posteriore, che deve essere fissato nelle parti rigide del telaio. La muscolatura della schiena, gradualmente, si è rafforzata e il piccolo si sente sempre più sicuro, libero di osservare il mondo che lo circonda.

I sedili devono essere sempre solidi e stabili. Il bambino vi si deve sedere in maniera comoda. Lo schienale deve sostenere tutta la schiena. Inoltre, devono essere dotati di cinture di sicurezza e poggiapiedi regolabili, nonché di braccioli adeguati. Solitamente, i bambini capiscono che sui seggiolini si deve stare tranquilli e non ci si può muovere tanto.

Tutti i seggiolini devono essere omologati alla normativa europea EN 14344.

bicicletta

Dai cinque anni in poi, i bambini pedalano con la propria bicicletta, inizialmente su quella munita di rotelle laterali, abbandonate gradualmente appena riescono a stare in equilibrio da soli. Le piste ciclabili, sempre più numerose, sono ottime per le prime uscite in autonomia.

Il casco di protezione deve essere sempre indossato dal bambino, anche quando è trasportato nel seggiolino. I caschi devono essere omologati a marchio CE. Sono disponibili in commercio caschi con circonferenza cranica a partire da 46 cm, adatti per i piccoli di un anno circa. Il casco deve calzare perfettamente e non deve compromettere né la visione né l’udito.

In Italia, non esiste alcuna legge che obblighi all’utilizzo del casco, neppure per i più piccoli. I genitori, però, sono saggi: non solo lo fanno indossare ai figli, ma se lo infilano loro stessi per dare ai bambini il buon esempio.

Piccoli gesti quotidiani, come andare dal panettiere o all’edicola, accompagnare a scuola o fare una breve passeggiata, possono essere svolti in bicicletta, lasciando la macchina nel garage: genitori e bambini imparano, insieme, a sfruttare un modo di muoversi che, non solo favorisce uno stile di vita più sano, ma contribuisce a ridurre l’inquinamento atmosferico, abbassando l’emissione di gas di scarico.

La bicicletta, inoltre, consente un’andatura lenta, che permette ai piccoli osservatori di scrutare attentamente tutto ciò che li circonda e seguire le dinamiche del traffico, imparando l’importanza del rispetto e dell’attenzione, verso gli altri, sulla strada.

bicicletta

Pronta la bicicletta? Fatti gli ultimi collaudi?

Per il weekend, che ne dite di fare un giro in Ciocaria o di andare all’Archeopark di Boario Terme?

 

Non ci resta che augurarvi una “Buona passeggiata a tutti” e non dimenticate le biciclette!

 

Per tutte le nostre proposte, visita la sezione “In viaggio con i bambini“!

 

Articolo a cura di Gloria Beatrice

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.