Pediatri contro la Marijuana, con qualche eccezione

Ormai  la legalizzazione del consumo di marijuana ad uso ricreativo o medico in molti Stati non fa quasi più notizia: ma un gruppo di pediatri americani si sta opponendo perché la legalizzazione potrebbe danneggiare i più giovani. Lo stesso gruppo però ammette che i principi attivi presenti all’interno della marijuana potrebbero essere utilizzati per trattare patologie debilitanti dell’infanzia.

brown-20804_640Gli studi infatti suggeriscono che i principi attivi della marijuana potrebbero aiutare nel trattamento di alcune condizioni mediche; tuttavia non ci sono ricerche in merito al consumo nei bambini.

L’AAP ammette l’utilizzo di questi farmaci nei più piccoli solo nel caso in cui siano affetti da patologia debilitante o compromettente la qualità di vita che potrebbero trarne beneficio e che non possono attendere i risultati di ricerche in merito alla reale efficacia del trattamento.

Attualmente l’uso ricreativo della sostanza è permesso a Washington, in Colorado, in Oregon, Alaska e nel District of Columbia; in nessuno di questi Stati è possibile la vendita della marijuana ai minorenni, tuttavia secondo l’American Academy of Pediatrics renderla disponibile per gli adulti potrebbe incrementarne l’uso anche negli adolescenti.

Essendo molto recente l’introduzione di questi leggi, non è ancora chiaro l’impatto della legalizzazione della marijuana sul consumo di droga negli adolescenti: il gruppo di pediatri promuove studi per comprendere meglio l’impatto della legge sui minori.noia

Secondo gli esperti dell’AAP, l’utilizzo di marijuana negli adolescenti è legato a conseguenze negative come riduzione della concentrazione e della memoria a breve termine, che potrebbero influenzare l’apprendimento. Uno studio ha evidenziato che i giovani che utilizzavano droghe si diplomavano con voti più bassi. L’alterazione temporanea del tempo di reazione e del controllo motorio, potrebbe aumentare il rischio di incidenti stradali o cadute nei ragazzi.

Secondo l’AAP, in questi Stati bisognerebbe regolamentare la vendita e la pubblicità di prodotti contenenti marijuana e vietarne la vendita ai minori di 21 anni. L’associazione si oppone anche all’utilizzo medico della sostanza se non per farmaci approvati dalla Food and Drug Administration: attualmente 2 prodotti che contengono cannabinoidi.

 

 

Fonte:

http://www.livescience.com/49565-marijuana-legalization-aap.html

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.