viaggio

Bambini e mezzi di trasporto: consigli pratici per i vostri viaggi!

I bambini vivono il viaggio in modi molto diversi: sono irrequieti, se detestano le novità; sono curiosi ed eccitati, se amano l’avventura.

viaggio

Il disagio dei piccoli può essere legato alla necessità di essere confinati in uno spazio ristretto, unitamente alla lunghezza del viaggio stesso, alla noia che li assale, alle condizioni ambientali (di caldo o di freddo eccessive), al malessere fisico che provoca (mal d’auto, mal d’orecchie, mal di mare) e da cui sono infastiditi.

“In viaggio con i nonni: Esperienze uniche!” –> Leggi l’approfondimento!

viaggio

Prima di partire, è opportuno preparare una borsa da viaggio, a portata di mano, contenente tutto ciò che potrebbe essere utile al bambino durante il viaggio:

  • biberon;
  • bevande;
  • snack;
  • salviettine detergenti;
  • cambio di vestiti;
  • libri di favole;
  • tablet, per vedere film e cartoni o per giocare;
  • giochi da fare insieme.

I bambini più grandi possono essere coinvolti nella scelta dei giochi e dell’abbigliamento più adatti per il viaggio.

viaggio

Il trasporto dei bambini in automobile è regolato dall’art. 172 del Codice della Strada, in base al quale i passeggeri di età inferiore ai 12 anni, di altezza inferiore a 1,50 m e peso inferiore a 36 kg, possono viaggiare sui sedili posteriori e/o anteriori, solo su appositi seggiolini omologati o con cinture di sicurezza, su adattatori per bambini. Il comma 5 prevede, inoltre, che i bambini fino a 9 kg di peso, debbano essere obbligatoriamente trasportati in senso contrario a quello di marcia dell’auto; al raggiungimento dei 10 kg di peso e, in ogni caso, anche oltre i 10 kg, quando l’altezza del bambino inizia a superare quella del poggiatesta, si può cominciare a sistemare il seggiolino in senso di marcia. L’obbligo di usare questi sistemi cessa quando il bambino compie 12 anni o supera il metro e mezzo di altezza (anche se di età inferiore ai 12 anni): da quel momento, può usare le cinture di sicurezza normali. Se il bambino, compiuti i 12 anni, risulta inferiore al metro e mezzo, è consigliabile continuare ad usare il seggiolino di rialzo.

Il seggiolino non va installato sul sedile anteriore di una macchina dotata di airbag sul lato passeggero, salvo previa disattivazione. Il posto più sicuro, perché protetto in caso di urto frontale o laterale, rimane il sedile centrale posteriore. Se la vettura è provvista di airbag laterali, è opportuno disattivarli, quando si posiziona il seggiolino nel sedile posteriore. Il seggiolino conforme alla normativa europea deve riportare un’etichetta con gli estremi dell’omologazione. I dispositivi più recenti sono contrassegnati dalla sigla ECE R44-03, gli unici vendibili nei negozi. E’ consigliabile acquistare sempre seggiolini nuovi, mai di seconda mano.

E’ importante, inoltre, assicurare le portiere dall’interno, con il dispositivo opportuno. In estate, sono utili le tendine parasole. Durante il viaggio in macchina si devono prevedere pause nelle aree di sosta, per il cambio del bambino o, semplicemente, perché si distragga.

viaggio

Il treno è il mezzo di trasporto preferito dai bambini, soprattutto da quelli più grandi, perché ne rimangono affascinati. La lunghezza del viaggio, la noia che ne subentra, a cui seguono i capricci, l’insofferenza dei vicini di posto, la difficoltà dei bambini nello stare fermi sono i principali inconvenienti. I treni ad alta velocità, più recenti, offrono servizi anche per i bambini più piccoli, come fasciatoio, ma anche per i più grandi, fra connessione internet e intrattenimento a bordo.

Le compagnie nazionali propongono offerte vantaggiose, che consentono ai minori di 15 anni, in gruppi familiari da 2 a 5 persone, di viaggiare gratuitamente sui treni ad alta velocità o permettono ai bambini da 0 a 4 anni non compiuti di non pagare su tutti i treni nazionali, sia in prima che in seconda classe, purché non occupino posto a sedere e siano accompagnati da una persona maggiorenne. I ragazzi dai 4 ai 15 anni non compiuti, invece, hanno diritto alla riduzione del 50% o del 30% rispetto al prezzo base. Scegliere posti a sedere accanto al finestrino può essere un accorgimento utile per distrarre i bambini più grandi e vincere la noia più efficacemente.

viaggio

Gli aerei sono, ormai, attrezzati per i bambini. La compagnia più indicata, nel caso di viaggi lunghi con i piccoli, è quella che offre posti sufficientemente spaziosi, attrezzature per scaldare biberon e per effettuare i cambi, pasti dedicati anche ai piccolissimi. In volo è opportuno avere a disposizione, nel bagaglio a mano, spuntini, cambi di vestiario, bevande, nelle quantità consentite. Il posto migliore è considerato, anche in questo caso, quello vicino al finestrino.

Le regole, in termini di misure e peso del bagaglio a mano/valigia da stiva, come le tariffe e la possibilità di imbarcare articoli supplementari, differiscono leggermente a seconda della compagnia con cui si vola: nel caso delle principali compagnie low cost, i neonati con meno di 7-15 giorni, mediamente, non possono viaggiare; in base alla tariffa infant, valida per i piccoli fino ai 23 mesi di età, che siedono sulle ginocchia dell’accompagnatore, non è compresa la possibilità di portare bagagli a mano né bagagli in stiva aggiuntivi. Senza supplementi sono ammessi passeggini e seggiolini o lettini. Dai 2 anni, si considerano adulti: devono pagare la tariffa normale e hanno il posto assegnato. Sui voli di linea, la tariffa infant si applica ai bambini di età compresa fra 0 e 24 mesi. I piccoli pagano solo l’importo delle tasse aeroportuali, nel caso non venga prenotato un posto a sedere. Il bagaglio a mano, contenente il necessario per il neonato durante il viaggio, è previsto, come il bagaglio in stiva. Gratuitamente è consentito il trasporto del passeggino e di un articolo complementare, come il seggiolino. Per i viaggiatori tra i 2 e i 14 anni le compagnie offrono tariffe speciali. L’acquisto del posto a sedere è obbligatorio.

Prima dell’imbarco è sempre consigliabile cambiare il piccolo o accompagnarlo alla toilette; inoltre, è importante che giochi in modo che si scarichi o si distragga, osservando il decollo o l’atterraggio dei aerei.

viaggio

Le navi da crociera sono sempre più a misura di bambino: le famiglie possono contare su offerte molto vantaggiose, in base alle quali, bambini e ragazzi fino a 18 anni viaggiano gratis tutto l’anno. A bordo è disponibile un’ampia scelta di attività, nei MiniClub, per i più piccoli, da svolgere da soli o in compagnia dei genitori e numerosi spettacoli; tornei sportivi e mini olimpiadi, giochi in piscina, caccia al tesoro, lezioni di cucina, feste a tema, per i più grandi; lezioni di ballo, karaoke, party a bordo piscina, discoteca all’aperto, balli di gruppo, cene a tema, centri benessere per i teenagers. Le crociere, attualmente, permettono ai genitori di rilassarsi e offrono ai bambini tante occasioni di svago, consentendo il raggiungimento di diverse destinazioni durante lo stesso viaggio.

I bambini, inoltre, adorano viaggiare in traghetto, ammesso che non soffrano di mal di mare. Le principali compagnie navali applicano tariffe ridotte per i piccoli, dal viaggio gratis fino al 50% di sconto. Gli operatori navali assicurano un fantastico viaggio a bordo per i viaggiatori più piccoli, con aree e programmi riservati ai bambini di tutte le età, dal cinema, se il viaggio è notturno, agli spazi giochi, fino alle piscine sul ponte, aperte durante le traversate diurne.

 

Per tutte le nostre proposte di viaggio, visita la sezione “In viaggio con i bambini“!

 

Buon viaggio di cuore a tutti!

 

Articolo a cura di Gloria Beatrice

 

Fonti:

www.poliziadistato.it

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.