acquamotricità

Acquamotricità in gravidanza

 

“ … lasciami ascoltare, lasciami sentire ciò che il suono dell’ Acqua dice al cuore … ”

J.W.GOETHE

acquamotricità

L’acqua è elemento fondamentale per la vita: basti pensare che il corpo è fatto per il 70% di acqua. Dopo il concepimento, l’embrione si sviluppa nel liquido amniotico, avvolto dall’elemento acquatico. Il liquido amniotico è condizione assoluta dell’esistere, che culla il piccolo come un’onda del mare.

La gravidanza è una condizione fisiologica dell’organismo, e non una malattia, dunque non esistono restrizioni al movimento e all’attività fisica, se non quelle dettate dal nostro corpo.

“Sport e movimento anche in gravidanza” –> Leggi l’approfondimento!

Solitamente, il lavoro in acqua è molto gradito in gravidanza perché questo elemento permette di muoversi con più agilità, senza sforzare le articolazioni, rilassando la muscolatura e riducendo molti fastidiosi disturbi.

L’acqua esercita i suoi effetti benefici sul cuore: l’allenamento aumenta l’ossigenazione corporea e un minore sforzo cardiaco, che significa una maggiore resistenza. Questo sarà molto utile in travaglio e durante il parto, perché permetterà al cuore di tornare ad una frequenza di base più velocemente, una volta cessata la contrazione.

acquamotricità

L’esercizio aerobico svolto regolarmente, inoltre, abbassa la pressione arteriosa e migliora la capacità respiratoria.

La forza idrostatica data dall’immersione nell’acqua, inoltre, aiuta nella riduzione degli edemi e aumenta la diuresi. 

In acqua, il peso corporeo è 1/6 di quello normale; questa condizione permette una maggior libertà di movimento, consentendo di lavorare senza affaticare le articolazioni. La donna può fare movimenti più ampi e leggeri ed è facilitata nell’esecuzione degli esercizi.

Inoltre, i muscoli si rilassano e si allungano, in particolare se l’acqua è calda. L’acquaticità allevia e spesso annulla le conseguenze dei cambiamenti a carico della colonna vertebrale: riduce le contratture ed il dolore lombare, aiutando a mantenere il corpo in asse. 

acquamotricità

L’acqua produce, anche, un effetto rilassante sul corpo e sulla psiche poiché fa aumentare le endorfine e riduce la dopamina e il cortisolo.

Lavorare in acqua permette di acquisire maggior fiducia in se stesse e nel proprio corpo.

Il corso in piscina rappresenta un momento di socializzazione , di confronto e di auto-aiuto.

 

L’ambiente acquatico avvicina la mamma al suo bambino, permettendo l’immedesimazione e il dialogo profondo.  

acquamotricità

 

Hai qualche dubbio? Chiedilo all’ostetrica! #espertorisponde

 

Cosa aspettate ad immergervi?

 

Articolo a cura dell’Ost. Colombo Giulia

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.