Mamme over-40

Sono sempre di più le coppie che iniziano a cercare una gravidanza dopo i 35 anni: complici le paure, la precarietà dei tempi che corrono e la voglia di carriera, ma anche il desiderio di approcciarsi alla maternità con responsabilità. Oggi le donne migranti hanno figli con 10 anni di anticipo rispetto alle italiane.

sempre-piu-mamme-over-40Secondo recenti dati statistici, l’Italia e’ il paese occidentale con la maggiore incidenza di nascite da madri over-40: 4,6% nel 2005, con punte del 7,2% in Sardegna e valori oltre il 6% in alcune grandi province come Bologna, Firenze, Genova e Roma.

Concepimento difficile

Le donne over-35 e ancor più over-40 presentano una difficoltà maggiore nel concepimento, dovuta alla perdita della funzione ovocitaria e alla qualità degli ovociti con il passare dell’età. Inoltre lo stile di vita spesso caratterizzato da abitudini negative come fumo e sedentarietà, diete e abuso di junk food, influenza negativamente la possibilità di concepire in maniera naturale.

Le probabilità di restare incinta dopo un anno di rapporti non protetti scende al 65% circa, contro l’80% dei trent’anni e anche i successi con la fecondazione assistita sono più rari. Lo stress conseguente a una delusione, per la mancata gravidanza, mette in moto nell’organismo sostanze come il cortisolo che influiscono sulla produzione ormonale, creando ulteriori squilibri.

Rischi in gravidanza

Durante la gravidanza poi, i rischi per una donna matura sono maggiori: infatti esse vanno incontro ad un rischio maggiore di parto pretermine, insufficienza placentare e taglio cesareo, aborto e restrizione di crescita intrauterina.

Gli ultimi studi sono però discordanti circa l’effetto dell’età materna sugli outcomes della gravidanza: infatti  i dati evidenziano come non ci siano differenze tra donne over-35 e donne più giovani sulla mortalità, il tasso di tagli cesarei e l’incidenza di malattie croniche come diabete ed ipertensione se la gravidanza è insorta spontaneamente.

Diabete gestazionale: quando lo zucchero è un nemico

Tuttavia altri studi mostrano una correlazione tra taglio cesareo e gravidanza insorta con tecniche di procreazione assistita in donne over-40. E’ stato dimostrato anche un aumento del rischio di ritenzione placentare nelle donne che si erano sottoposte a questi trattamenti: sembra dunque che vi sia un’associazione tra l’età materna avanzata, le tecniche di PMA e i difetti della placentazione.

Controlli più frequenti

I controlli presso il medico curante dovrebbero avere mamme overuna cadenza mensile, per rilevare i parametri di benessere fetale. Essendo la gravidanza più a rischio di sviluppare patologie, le visite dovrebbero prevedere indagini specifiche e più ravvicinate rispetto a gravidanze in donne giovani.

Sono disponibili anche indagini invasive come amniocentesi, villocentesi o funicolocentesi, utili per identificare precocemente patologie genetiche fetali o malformazioni. Questi esami sono gratuiti ma non obbligatori, e la scelta se eseguirli o meno è della coppia, che deve essere adeguatamente informata circa i rischi e i benefici di queste indagini.

Prendersi cura di sé è però estremamente necessario: nutrirsi bene e in maniera sana, muoversi e fare attività fisica, aver cura della propria salute. Questo aiuta a ridurre il rischio di ipertensione e di disturbi come diabete gestazionale, mantenendo il controllo del peso e riducendo i disturbi più comuni della gravidanza.

Dopo il parto

Dopo il parto, bisogna assicurarsi di avere un buon supporto da parte della famiglia e di un professionista per ridurre il rischio di depressione post-partum. Le donne over-40 sono infatti più propense ad ammalarsi di disturbi depressivi, a causa delle carenze ormonali e dei nuovi ritmi, spesso stressanti.over 40

Depressione post-partum: affrontala consapevolmente

Ma approcciarsi alla maternità dopo i 40 anni ha anche aspetti positivi: la coppia è stabile e affiatata, il lavoro è sicuro e regala molte soddisfazioni, anche economiche. Le donne si sentono più sicure e consapevoli ed accolgono il loro bambino come un regalo inaspettato che le fa sentire ancora giovani e nel pieno della loro potenza generatrice.

Il pensiero di notti insonni, allattamento difficile, pannolini e corse potrebbe spaventare ma rappresenta anche una sfida per mettersi in gioco e, per chi ci è già passata, per ritrovare emozioni nuove.

Tornare in forma dopo il parto: è possibile! –> leggi il nostro articolo

 

Fonti:

Benli AR, Cetin Benli N, Usta AT, Atakul T, Koroglu M. Effect of maternal age on pregnancy outcome and cesarean delivery rate. J Clin Med Res. 2015 Feb;7(2):97-102. doi: 10.14740/jocmr1904w.

Jackson S, Hong C, Wang ET, Alexander C, Gregory KD, Pisarska MD. Pregnancy outcomes in very advanced maternal age pregnancies: the impact of assisted reproductive technology. Fertil Steril. 2015 Jan;103(1):76-80. doi: 10.1016/j.fertnstert.2014.09.037.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.