Foglie e rametti per i nostri lavoretti autunnali!

 

Le passeggiate durante l’autunno si trasformano in laboratori di botanica, entusiasmanti e sorprendenti: si imparano i nomi delle piante, si familiarizza con piante e alberi nuovi, si raccolgono foglie, di una varietà infinita di dimensioni e di colori, si recuperano da terra rametti secchi.

Armati di colla, fogli, forbicine e cartoncini, si possono realizzare lavoretti unici con queste preziose materie prime.

  • Per i bambini molto piccoli, l’attività può consistere nell’incollare le foglie sui fogli di carta, trasformandole in ali di farfalla, pulcini, gufi, coccinelle o pesciolini, completando eventualmente le forme con disegni a mano, poi colorati con pastelli a cera, matite e/o pennarelli.
  • I bimbi più grandicelli possono divertirsi nel realizzare un collage con le foglie: su un grande cartoncino disegnate a matita i contorni di colline o paesaggi di campagna. Ritagliate le foglie delle dimensioni necessarie e incollatene i frammenti direttamente sulla carta. Aggiungete dettagli, come alberi, utilizzando i rametti.
  • In alternativa, aiutate i bambini a disegnare, su un grande cartoncino bianco, il tronco di un albero e i rami. In corrispondenza dei tratti a matita corrispondenti ai rami, incollatevi i rametti secchi raccolti. Utilizzate le foglie secche per creare la fronda dell’albero.
  • Bottiglie e vasetti per conserve, di vetro, vuoti, lavati e asciugati, possono essere decorati con le foglie raccolte: cospergeteli della colla adatta e aiutate i piccoli a incollarvi, a suo piacere, le foglie stesse. Riempiti di fiori secchi o di rametti ornamentali, bottiglie e vasetti si trasformano in meravigliosi centrotavola autunnali. Bicchieri in vetro, sufficientemente ampi, possono alloggiare, al loro interno, su un letto di sassolini, portacandele colorati: la fiamma del fuoco illuminerà i colori delle foglie decorative, incollate esternamente, sulla superficie del vetro stesso, riscaldando l’intero ambiente.

Buon divertimento a tutti, grandi e piccini!

Articolo a cura di Gloria Beatrice

 

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.