Si possono ringiovanire gli ovociti? OvaScience pensa di si

Si può riutilizzare un vecchio ovocita come se fosse fresco? Una compagnia che si occupa di trattare l’infertilità crede di si e pensa di farlo ringiovanendo gli ovociti vecchi. Questa azienda si chiama OvaScience, ed è convinta che sia possibile migliorare i mitocondri ovocitari, ovvero quei corpuscoli in grado di dare alla cellula l’energia necessaria per dividersi e crescere.

ovocitaGli esperti però frenano gli entusiasmi: sebbene le evidenze suggeriscano che i mitocondri vecchi possano ridurre la fertilità femminile, non ci sono studi che dimostrino che il nuovo metodo funzioni. Inoltre la compagnia non ha fornito i dettagli della procedura che pubblicizza.

La FDA non h approvato il metodo dell’OvaScience, dunque il trattamento non è ancora disponibile, se non in pochissimi Stati.

La procedura si basa sull’idea che il tempo danneggi gli ovociti materni. Quando una donna nasce possiede già tutti i follicoli e gli ovociti immaturi che si svilupperanno nell’arco della sua vita fertile. Alla nascita le bambine hanno milioni di follicoli nelle ovaie ma con il passare del tempo molti di questi muoiono. Alla pubertà, iniziano ad avvenire le prime ovulazioni, e il picco ormonale porta a maturazione un ovocita al mese. Arrivata alla menopausa, la donna ha esaurito la sua riserva ovarica.

Sebbene nell’ovaio i follicoli siano protetti, vari fattori possono causare mutazioni che portano ad un precoce consumo degli ovociti, con conseguente insorgenza precoce della menopausa. Le mutazioni possono essere il risultato dell’invecchiamento, delle radiazioni, di infiammazioni e i cambiamenti genetici possono avvenire nel DNA del nucleo ma anche del mitocondrio.

Le donne in età avanzata non solo hanno meno probabilità di ovulare ma gli ovociti che rilasciano hanno meno possibilità di dividersi e crescere in maniera adeguata. Il picco della fertilità si ha intorno ai 30 anni, sono poche le donne che hanno possibilità di rimanere incinte dopo i 40.Ovulazione

Potenziare gli ovociti potrebbe funzionare?  Alcune evidenze suggeriscono che i mitocondri, organelli presenti nel citoplasma della cellula uovo, perdono parte della loro funzione con l’età. Dunque l’energia ovocitaria diminuisce e si hanno meno possibilità di avere una gravidanza fisiologica. Uno studio del 2014 ha scoperto che i bambini nati da madri più vecchie avevano maggiori mutazioni nei mitocondri, sebbene lo studio non mostra direttamente che gli ovociti più vecchi hanno un numero di mutazioni mitocondriali più elevate.

Il trattamento promosso da OvaScience sembra avere una buona base: nei loro laboratori è stato identificato un pool di cellule precursori, ovvero cellule staminali, che possono essere estrarre dall’ovaio della donna e inserite negli ovociti per migliorare i mitocondri.

Il problema principale è che anche i follicoli dell’ovaio invecchiano, non solo gli ovociti; e non ci sono studi pubblicati che provino l’esistenza di queste cellule precursori che la compagnia dice di utilizzare. Anche se il DNA mitocondriale fosse potenziato, ci sono anche altri fattori che rendono difficile la fecondazione di un ovocita vecchio.

Tuttavia se la procedura funzionasse, sarebbe una notizia entusiasmante che potrebbe risolvere molti dei problemi legati all’infertilità per età avanzata.

 

Fonte:

http://legacy.labroots.com/user/news/article/id/278930/title/can-you-really-freshen-up-womens-aging-eggs

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.