Quando la mamma aguzza l’ingegno…

E’ proprio così, quando la mamma aguzza l’ingegno nascono mille fantastiche soluzioni. E non solo nell’inventare una nuova pappa o un modo fantasioso per far addormentare i piccolini, ma anche nel creare vere e proprie aziende che offrono servizi fantastici alle mamme come lei.

Lo spazio bimbi di QFMilano

Lo spazio bimbi di QFMilano

E’ il caso per esempio di QF Milano, uno spazio di co-working, vale a dire la nota formula di lavoro condiviso, al quale è stata affiancata un’area interamente dedicata ai bambini per consentire ai genitori di lavorare a pochi passi di distanza da loro. QF significa Quoziente Famiglia, ed è stata ideata da due mamme, Erika Martinazzoli e Raffaella Celi, entrambe libere professioniste che hanno voluto realizzare uno spazio dove fondere il lato umano e la vita professionale.

Un’altra idea degna di nota è quella recentemente premiata dal contest Groupon “Diventa ciò che sei” lanciato l’8 marzo con Piano C, l’associazione italiana che offre soluzioni personalizzate per le donne che cercano lavoro o che vogliono rinnovare la loro identità lavorativa. Si chiama Baby Pit Stoppers ed è una web App ideata da Valeria Miccolis di Milano che, sfruttando la geolocalizzazione, consente adbabypitstopper2 ogni mamma ed a chiunque si prenda cura di un bambino, dal nonno alla tata, di verificare qual è il posto più vicino e raccomandato dalle altre mamme dove allattare il proprio bebè, cambiare un pannolino, scaldare latte e pappa e accedere facilmente nel locale con un passeggino. La web App consente di trovare questi baby pit stop ma anche di segnalare alle altre mamme, tate, nonni, quelli che abbiamo trovato noi così da completare la mappa e rendere questo servizio sempre più capillare e diffuso.

E’ una studentessa universitaria invece quella che, lavorando come baby sitter mentre si preparava per la laurea, ha compreso che quella che era un’attività che svolgeva nei ritagli di tempo poteva diventare qualcosa di più. Lei si chiama Monica Archibugi e da allora è passato qualche anno e nel frattempo le cose si sono ampliate e strutturate fino alla creazione, insieme con Giulia Gazzelloni, del portale Le Cicogne ed alla realizzazione babysitter-cicognedell’omonima App che consente ai genitori in cerca di qualcuno che possa accudire i propri bambini, magari anche automunito e in grado di andarli a prendere all’uscita da scuola o dalla palestra dove fanno sport, di trovare facilmente la baby sitter più vicina e che ritiene più adatta al proprio bimbo.

Le aspiranti baby sitter sono selezionate e incontrate personalmente prima di poter essere inserite sul portale, ed i genitori stessi, dopo il contatto online, incontrano la persona scelta per verificare che vi sia sintonia.

Queste sono soltanto tre delle mille possibilità che web e dintorni offrono ai genitori, alcune offrono soluzioni davvero geniali ma avremo modo di scoprirne molte altre attraverso i nuovi articoli che pubblicheremo presto. Stay tuned!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.