Giocare in una fiaba in un paese da sogno

2SP_5678

@Proludic ph Stefano Pedrelli

E’ possibile? Sì, esiste un luogo dove si può giocare in una fiaba. Si trova a Omegna, un incantevole paesino sulle sponde del lago d’Orta, nella piemontese provincia del Verbano Cusio Ossola. Al centro di questo piccolo bacino vi è un’altra perla da vedere, l’isola di San Giulio, situata a circa 400 metri dalla riva, lunga 275 m e larga 140, ha un perimetro di circa 650 m ed è quasi interamente occupata dall’abbazia Mater Ecclesiae. Attualmente l’isola è abitata in maniera permanente solo da pochissime famiglie, oltre al monastero. Per il resto si tratta quasi tutte di seconde case, abitate per poche settimane all’anno. Passeggiare negli stretti vicoli dell’isola è un’esperienza unica e suggestiva, che inizia e si conclude con la veloce navigazione del tratto di lago che la separa dalla terra ferma.

Insomma, vale la pena ritagliarsi una giornata per immergersi in questo scenario da sogno, non sarà stancante né per voi né per i piccoli, la passeggiata sul lungo lago è molto gradevole ed il luogo dove vivere completamente immersi in una fiaba è proprio lì, al centro di Omegna, raggiungibile da ogni parte. E’ nel Parco Maulini, infatti, il Parco della Fantasia “Gianni Rodari” ed è naturale che si trovi proprio ad Omegna, che è il luogo di nascita del celebre scrittore.

2SP_5496

@Proludic ph Stefano Pedrelli

In quest’area giochi, realizzata da Proludic, è possibile rivivere le favole di Rodari grazie a strutture create in esclusiva per questo parco a tema: La Freccia Azzurra, il trenino elettrico in vendita nel negozio della Befana, conduce i bambini nella trama dell’omonimo libro. Questo viaggio è accessibile a tutti, infatti il trenino, oltre ad essere colorato e ricco di attività, è completamente inclusivo. Le favole al telefono possono essere sussurrate da un lato all’altro del parco giochi grazie ai tubi parlanti.
Il palazzo di gelato sovrasta l’area con i suoi pannelli speciali, ricchi di gelati di ogni forma e colore che faranno venire l’acquolina a tutti i bambini.
Le altalene e la grande teleferica permetteranno di volare con la fantasia in quest’area dallo scenario fantastico.
Ogni struttura è accompagnata da un pannello su cui si può leggere una favola del grande scrittore e dove, grazie ad un QR code, si può accedere al sito del Parco, che organizza eventi ed attività itineranti per i piccoli visitatori che vogliono conoscere il celebre scrittore e soprattutto le sue fiabe.

2SP_5246

@Proludic ph Stefano Pedrelli

Grazie alla sensibilità della ditta produttrice, la Proludic, nei confronti dell’integrazione tra i bambini, il parco è completamente accessibile, infatti La Freccia Azzurra ha i vagoni comprensivi di rampa per permettere l’accesso anche ai bimbi su sedia a rotelle, che possono giocare con i pannelli ludici Labirinto e Pallottoliere. Inoltre, i bambini con difficoltà motorie possono riposarsi sulle panche o socializzare con gli altri bimbi. Anche il Palazzo di gelato ha elementi che sviluppano la motricità fine, utili per le disabilità sensoriali e cognitive. L’accesso tramite la scaletta con corrimani e scalini piani permettono a tutti  di  poter salire sul gioco e divertirsi insieme. I pannelli della struttura tematizzano il gioco, ma proteggono e sostengono i giocatori meno atletici.

L’area giochi del Parco della Fantasia Gianni Rodari è aperta al pubblico e ad accesso libero, e viene utilizzata anche nelle attività che il Parco organizza sull’intero territorio del comune di Omegna.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.