Neonati e bebè, occhio al sole! Le regole d’oro per esporsi senza rischi

Al mare o in montagna con neonati e bebè? Lunghe passeggiate, giochi, momenti di gioia e divertimento, bagni e tuffi e castelli di sabbia sulla battigia ma… non esponetelo al sole per troppo tempo, anche se le nostre nonne raccomandavano di stare all’aperto e di farne scorta perché “faceva bene alle ossa”. In realtà i piccoli di età inferiore a 12 mesi non child-playing-1005898_640vanno esposti al sole mentre mamma e papà dovrebbero utilizzare sempre le creme solari quando prendono il sole, evitando di esporsi nelle ore centrali.

Di certo non intendiamo negare ai bambini la possibilità di giocare all’aria aperta né desideriamo rovinarvi le vacanze, ma vi suggeriamo di non sottovalutare questi consigli, che arrivano dall’Intergruppo Melanoma Italiano (Imi) in occasione del Master Course “Management del paziente con melanoma dalla ricerca alla terapia”, che si è aperto a Roma all’Istituto Dermopatico dell’Immacolata (Idi) IRCCS il 15 luglio: le scottature nell’infanzia rappresentano il principale fattore di rischio per il melanoma da adulti. La necessità di proteggere i piccoli è ancora più rilevante se si pensa che nei primi vent’anni di vita una persona può assumere fino all’80% del totale delle radiazioni solari della propria esistenza.

I bambini – spiega la dottoressa Paola Queirolo, presidente del Master Course Imi – costituiscono l’anello debole della catena, perché la pelle è in grado di memorizzare il danno ricevuto dalle scottature solari child-428690_640accumulate durante l’infanzia e può innescare il processo patologico anche a diversi anni di distanza. I piccoli di età inferiore a 12 mesi non vanno esposti al sole. Proprio per sensibilizzare i bambini delle scuole primarie sulle regole di prevenzione l’Imi organizza la campagna nazionale Il sole per amico in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione e con il patrocinio del Ministero della Salute. Tutti dovrebbero utilizzare le creme solari quando prendono il sole, evitando di esporsi nelle ore centrali. Senza dimenticare il controllo della pelle ogni anno dallo specialista.

Sul sito dedicato alla campagna è possibile trovare molte informazioni utili, per esempio le regole d’oro che è bene conoscere per godersi e lasciar godere ai propri piccoli una vacanza di sole e di giochi senza rischi.

Preferitcape-town-181760_640e le zone d’ombra, quali per esempio pergolati, pinete, gazebo

Sulla spiaggia fate indossare al piccolo il cappellino e copritelo con indumenti leggeri, l’ombrellone non basta per riparare dagli UV riflessi dalla sabbia

Le creme solari sono utili e, anzi, indispensabili: ricordatevi però di ripeterne l’applicazione di frequente durante la giornata

Evitate le ore più calde, dalle 11 alle 15, perchè quando il sole è a picco le radiazioni UV hanno maggiore intensità

Aver applicato la crema solare non significa potersi esporre al sole senza limiti: il tempo di esposizione deve sempre essere ridotto

Cappellino, maglietta, ombrellone al mare, pineta in montagna e… buone vacanze a tutti!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.