La crostata, una buona merenda per grandi e piccini

Ricordate la crostata dcrostataella nonna, quella che riempiva la casa di un profumo delizioso e che preannunciava una merenda davvero speciale? Ecco una ricetta rapida e di sicura riuscita per preparare questo dolce tradizionale che, nella sua semplicità, piace a grandi e piccini!

Ingredienti
300 gr. di farina
150 gr. di burro ammorbidito a temperatura ambiente
100 gr. di zucchero (la ricetta originale ne prevedeva 150 ma per il nostro gusto era un po’ troppo dolce)
3 tuorli d’uovo
marmellata di albicocche o altra frutta a piacere q.b.
un cucchiaino da caffè di lievito per dolci

Preparazione
Mettete farina e zucchero a fontana su una spianatoia e al centro ponete i pezzetti di burro ammorbidito. Aggiungete i tuorli d’uovo, il cucchiaino di lievito (in alternativa, lasciate riposare l’impasto nel frigorifero per circa un’ora) e lavorate velocemente con la punta delle dita fino ad amalgamare tutti gli ingrediecrostatanti. Continuate ad impastare finché il composto apparirà omogeneo, avendo cura di non lavorare troppo l’impasto poiché il burro non deve sciogliersi troppo. Se il composto risulterà troppo duro e difficile da lavorare, potete ammorbidirlo un po’ aggiungendo uno o due cucchiai di latte. Tenete da parte una piccola quantità dell’impasto che servirà per la decorazione.

Foderate una teglia imburrata e infarinata di circa 20 cm. di diametro, livellate e distribuite uniformemente l’impasto tenendo i bordi un po’ più alti per contenere la farcitura di marmellata. Con un cucchiaio distribuite la marmellata sulla superficie. Con l’impasto tenuto da parte procedete a formare delle strisce che incrocerete sopra la marmellata per realizzare la tipica decorazione a losanghe. Dovrete procedere con molta crostatadelicatezza perché la pasta frolla tende a rompersi e, specialmente per le strisce un po’ lunghe, a volte dovrete “appiccicare” due o più strisce tra loro.

A questo punto infornate a 200° per circa 30-35 minuti, controllando la doratura e aiutandovi con uno stuzzicadenti per verificare la cottura. Estraete il dolce, lasciate raffreddare e gustatelo con i vostri bambini!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.