TGippo, il tg dei bambini che abbatte la diversità

Si chiama TGippo ed è un tg per bambini. Se vi sembra una bella novità, troverete ancora più sorprendere il fatto TGippoche a realizzarlo ed a condurlo, come un vero e proprio giornalista, è un bambino di 5 anni.

E che Gippo, questo il simpatico nickname dell’anchorman in erba, sia un bambino molto speciale lo si capisce anche dal colore dei suoi capelli… candidi, candidi…

“Sto provando a divulgare il tg realizzato da mio figlio – ci scrive la mamma – per far vedere anche ai più piccoli che una diversità non costituisce un limite ad essere una persona brillante e felice”.

E aggiunge, rivolta alle mamme: “Se anche i vostri figli navigano su youtube, mi farebbe piacere se volessero vederlo e, se voi mamme riusciste a spiegare, all’inevitabile domanda mamma perchè questo bambino ha i capelli bianchi? che ha solo poca melanina, fareste un regalo enorme al mio piccino, ma soprattutto ai vostri bambini che imparerebbero a vedere con estrema semplicità una risposta alle diverse disabilità. Grazie infinite a chi vorrà apprezzare questo piccolo lavoro”.

TGippo ha anche una pagina Facebook e inoltre, recentemente, è stato ospite di Michele Cucuzza durante la trasmissione Buon Pomeriggio di TeleNorba.

Sono tante le difficoltà che un bimbo albino deve affrontare a causa di questa alterazione genetica come, per esempio, dover uscire con gli occhiali da sole e proteggersi con una crema a schermo totale perchè, proprio per la mancanza di melanina (il pigmento che conferisce il colore alla pelle e che assorbendo la luce e le radiazioni ultraviolette la protegge dai loro effetti negativi) non ha alcuna difesa dai raggi solari: quindi, perchè non provare ad eliminare i disagi inutili come quello dell’emarginazione, di farlo sentire diverso?

Se, a questo punto, siete curiosi e desiderate saperne di più, questo è il link per visualizzare tutte le edizione di TGippo realizzate fino ad oggi, buona visione!

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.