Giornata Mondiale contro il Cancro

Il 4 Febbraio sarà la giornata mondiale contro il cancro: una giornata dedicata all’informazione, alla prevenzione e al supporto di tutti i malati di cancro del mondo. L’evento è stato promosso ed organizzato dall’UICC e aderiranno tantissime associazioni italiane. Lo slogan della manifestazione sarà “We can, I can” che rimanda direttamente all’importanza della prevenzione e della ricerca. Ad oggi, molti tumori possono essere combattuti e sconfitti ed altri individuati precocemente, per poterli curare quanto prima possibile, con ottime possibilità di guarigione. Nel corso della giornata verrà data una grande importanza ai tumori infantili. I bambini, infatti, non sono immuni da questo problema. L’AIRC ha diffuso dati da un lato incoraggianti: la percentuale di bimbi che ricevono una diagnosi di tumore è in ribasso. I casi sono comunque ancora tanti, sia in Italia che nel resto del mondo.

Il cancro: un problema devastante contro cui si può e deve combattere
I tumori sono una tra le principali cause di morte precoce nel mondo. Purtroppo, le neoplasie conosciute e classificate sono tante, a carico di tutti gli organi del corpo. Una volta, contro il cancro non c’era scampo. Oggigiorno, fortunatamente, grazie alla ricerca e all’eccellenza della classe medica, è possibile contrastare e guarire da moltissime forme di tumore. Il cancro è una patologia di cui, nella maggior parte dei casi, non si conosce l’origine: alcune cellule modificano il proprio DNA, diventando maligne, e iniziano a riprodursi e prolificare, fino a distruggere l’organo da cui sono nate e, nei casi peggiori, passare ad altri, creando delle metastasi. La cura per il cancro, ad oggi, è data dall’associazione di chirurgia e chemio o radioterapia. Le tecniche chirurgiche, sempre più raffinate e sofisticate, unitamente ai farmaci di nuova generazione per la chemio, riescono a donare molte più guarigioni rispetto anche solo a cinque anni fa. Per questo motivo è così importante sostenere e finanziare la ricerca: i risultati ci sono, sono tangibili anno dopo anno, i numeri parlano chiaro. Contro il cancro si può e si deve combattere perché è possibile sconfiggerlo e, in futuro, sarà sempre più facile riuscirci.

Quali sono i cancri più comuni
Un tumore può generarsi in un qualsiasi organo e metastatizzare in tutto il corpo. I dati parlano di incidenza basandosi sul genere e sull’età. Per le donne, ad esempio, il cancro più comune è quello del seno, seguito da quello alle ovaie o all’utero. Per gli uomini, specie dopo i 50 anni, è più alto il rischio di cancro al colon e al testicolo. Nei bambini i tumori più comuni sono quelli del sangue: leucemie e leucemia linfoblastica. Questi tumori, che sono considerati quelli a più alta incidenza sulla popolazione, oggigiorno sono controllabili e contrastabili. Le percentuali delle persone e dei bimbi che sono riusciti a sconfiggerli e, dopo il percorso terapeutico vivono una vita piena, soddisfacente e sana, sono in crescente aumento e si spera che, in futuro, guarire da queste tipologie di tumore diventi la normalità, la routine. La giornata mondiale del cancro vuole diffondere questo messaggio di speranza, oltre che sostenere e chiedere aiuto per la ricerca.

Come prevenire il cancro
La prevenzione è fondamentale. Non solo per individuare eventuali fattori di rischio e, possibilmente, rimuoverli, ma anche per la diagnosi precoce. Quanto prima viene individuato e trattato un tumore tanto più aumentano, in modo esponenziale, le possibilità di guarirlo completamente. A questo proposito ci sono alcuni consigli che andrebbero scrupolosamente seguiti:

– gli uomini dovrebbero controllare prostata e testicoli annualmente, soprattutto dai 50 anni in poi
– gli uomini dovrebbero presentarsi alle chiamate annuali per lo screening del colon, soprattutto dopo i 50 anni di età
– le donne dovrebbero effettuare mensilmente l’autopalpazione del seno, alla ricerca di noduli
– le donne dovrebbero effettuare un pap test e un controllo ginecologico ogni anno
– le donne dovrebbero fare l’ecografia al seno o la mammografia almeno una volta l’anno, fin dalla giovane età
– se un neo o una macchia sulla pelle cambia di grandezza, colore e forma, bisogna sottoporla all’attenzione del medico
– se non ci si sente bene, si hanno sintomi “strani”, bisogna sempre chiedere consulto al medico
– i bambini che presentano problemi di sviluppo, cisti sulla pelle, dolori permanenti ossei o un ingrossamento del collo o dei linfonodi, dovrebbero essere sottoposti all’attenzione del medico
– i bimbi in età pediatrica non dovrebbero mai saltare le visite obbligatorie dal pediatra, quelle che segnano le tappe di crescita

Naturalmente, uno stile di vita sano è già un’ottima prevenzione contro il cancro: non fumare, non bere, non eccedere con alimenti grassi o troppo lavorati. A corredo di ciò, una vita attiva, che preveda un po’ di sport ed il mantenimento del peso-forma, aiuta a contrastare tutte le malattie, cancro incluso.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *