Festa delle Donne: lavoretti creativi per le donne di casa

Si avvicina l’otto marzo, data comunemente utilizzata come festa della donna, si usa regalare alle donne il fiore della mimosa e renderle regine per un giorno all’anno coprendole di coccole e doni.

Ma da cosa ha origine questa usanza?
Alcuni pensano che sia nata da una tragedia avvenuta in America in una manifattura nell’anno 1908 e sia stata creata per ricordare le operaie coinvolte in quel giorno.
In realtà è solo una leggenda metropolitana, la festa della donna è stata istituita il 28 febbraio del 1909 a New York per festeggiare le donne e il loro diritto al voto dal partito socialista dell’epoca.
In quella data ci fù la grande manifestazione per suffragio universale che invitava tutti a gioire per la parità dei sessi creatasi e per la grande vittoria ottenuta dalla popolazione femminile.
La data dell’8 marzo fu scelta soltanto nel 1917 quando le donne Russe scesero in piazza per chiedere a gran voce la fine della guerra e di tutti relativi svantaggi del periodo.
Fu solo nel 1922 che fù istituita festa anche nella nostra Italia.
E nel 1946 la mimosa divenne il fiore simbolo di questa giornata, forse solo per la concomitanza con il suo periodo di fioritura o forse perché la delicatezza e la resistenza di questo profumatissimo fiore ricordano la tenacia e la fragilità delle donne.

Quale può essere l’idea giusta per festeggiare questa festa con i nostri bambini?
Lasciando la parte tutto l’ambito commerciale e l’estremismo del femminismo assolutista parliamo loro della gioia dell’essere donna per le bimbe e soprattutto dell’essere fiere di esserlo e del ruolo dell’uomo nella vita di una donna come suo pari e amico ai maschietti.
Proviamo a creare un piccolo dono per la mamma fatto con le loro manine, che li renderà partecipi e orgogliosi di aver onorato questa festa senza snaturarla.

Ecco alcune semplici idee da fare con i propri piccoli
Per i più piccini si possono stampare delle mimose da colorare e disegnare a piacere così da essere in tema ma coerenti con le loro capacità
Il disegno risultante può poi essere rinforzato e tagliato a forma di freccia per essere usato come segnalibro per una mamma amante della lettura, per decorazione dell’ufficio per una mamma impiegata, per abbellire casa vostra o da incorniciare come ricordo.
Per i più grandicelli si possono fare dei meravigliosi biglietti regalo per le donne di casa.
Basta prendere un cartoncino piegarlo per il lato lungo e poi ancora per quello corto in modo da avere 4 facce.
Incollare la parte interna e far disegnare ai bambini l’interno con i fiori di mimosa, cuori o un loro ritratto.
Decorare poi l’esterno con nastrini, dediche, poesie, fiori secchi incollati e tanta fantasia.
I bimbi che hanno capacità di scrittura più complete possono scrivere una breve poesia o o una frase carina su un cartoncino giallo e farci un piccolo disegno di decoro.

Si può anche fare una mimosa di carta da attaccare al cartoncino con della carta crespa gialla, tagliare tanti piccoli rettangolini e appallattolarli strettamente, incollarli secondo un disegno di una mimosa al foglio e disegnare qualche fogliolina con il pennarello o il pastello verde. magari applicare un piccolo fiocco all’estremità del picciolo e il gioco è fatto.
Se invece i vostri bimbi hanno attitudine con la manualità perché non creare un bellissimo vasetto porta mimose?
Casta prendere un vaso di vetro vuoto tipo quello della marmellata o della maionese, lavarlo bene, togliere l’etichetta e oa carta con acqua calda e detersivo.
Cospargere di colla vinilica, che ricordiamo è atossica se maneggiata dai bambini, l’esterno del vasetto e riempirlo di carta crespa a pezzettini, glitter o nastrini e fiocchetti, o perché no anche bottoni colorati.
Lasciar asciugare bene e poi metterci dentro acqua e mimose.
E se i bimbi sono grandi e vogliono provare a cimentarsi in cucina?
Allora prepariamo alle nostre donne di casa una merenda tutta gialla o una cena, basta un colorante insapore giallo che si trova in tutti i comuni supermercati e un po’ di fantasia, un risotto giallo? Dei muffin gialli? una focaccia gialla? tutte ricette molto semplici che con un piccolo tocco di fantasia possono rendere la serata speciale.

Perché poi non mettere tutte le idee insieme? far trovare alle donne di casa un bel biglietto, un vasetto con le mimose e una buona pizza da mangiare in compagnia tutti insieme così da non far cucinare la mamma quella sera.
L’importante è far sentire alle donne il nostro pensiero e il nostro affetto, il resto è secondario.
Non serve il regalo prezioso, la cena fuori importante o i cioccolatini di marca, ci vogliono cuore, gioia, voglia di mettersi in gioco e tanta fantasia e sicuramente chi vi è vicino apprezzerà di più e ne sarà molto sorpresa e felice.
Cosa aspettata a cominciare?

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.