Cuccioli e Bambini: benefici e precauzioni

Sono sempre di più i genitori che decidono di far convivere i bambini con cuccioli di animali come cani o gatti. Bisogna tener presente che ci sono svariati benefici che possono derivare da questa esperienza che sarà un toccasana sotto diversi aspetti: ecco perciò tutto quello che occorre sapere.

Quali sono i benefici principali della convivenza cuccioli e bambini
Bisogna tener presente che un cucciolo di animale come può essere il cane o anche il gatto può essere di grande aiuto per la crescita dei bambini. Infatti vale la pena ricordare che la convivenza è qualcosa che vale la pena sperimentare soprattutto per favorire la socializzazione nei bimbi. I cuccioli verranno visti come un vero e proprio esempio in quanto donano i loro sentimenti in maniera gratuita. E soprattutto non hanno limitazione nel mostrarli al padroncino. Oltre a dover considerare che per un bambino la presenza di un cucciolo è di grandissima importanza visto che imparerà cosa vuol dire rispettare un animale e quindi la diversità. Ciò si rivelerà fondamentale per la crescita e per farlo adattare a tutti i contesti di vita che potranno presentarsi. Senza dimenticare che un cucciolo è di grande importanza per la crescita dei bambini in quanto fa sviluppare un positivo senso di tolleranza e soprattutto quella sensibilità necessaria per creare dei rapporti veri. Il bambino perciò si renderà conto di come prendersi cura del cucciolo, capire i suoi bisogni e fare in modo che entrambi possano beneficiare del rapporto reciproco. D’altronde non mancano gli studi che hanno dimostrato quanto la presenza di un cucciolo di cane o gatto possa far bene ai bambini.

I benefici di un cucciolo per la salute del bambino
Non tutti sanno che un cucciolo di cane o gatto può far bene non solo dal punto di vista emozionale ai bambini, ma anche per quel che riguarda la salute. Innanzitutto il bambino svilupperà una piacevole complicità con il cucciolo che gli permetterà di sentirsi meno inibito. E questo è fondamentale soprattutto per evitare che lo stress prenda il sopravvento e il bambino non sia del tutto sereno. Tenendo anche presente che sono stati effettuati degli studi scientifici che hanno confermato quello che fino a qualche tempo fa era un pensiero diffuso. Un cucciolo di animale domestico permette di ridurre notevolmente il pericolo di problemi cardiaci, quindi di infarti e ictus in primo luogo. Il bambino sarà più sereno e ne beneficeranno le varie parti del suo corpo che sono fondamentali per la vita. Oltre a dover necessariamente ricordare che i cuccioli di cani o gatti fanno bene soprattutto ai bambini affetti da autismo. Possono diventare insostituibili in quanto vanno a ridurre notevolmente il ripetersi di crisi e attacchi di ansia.

Alcune precauzioni importanti da ricordare
Detto di quanto possa essere benefico il rapporto tra cuccioli e bambini, è bene evidenziare che ci vogliono alcune precauzioni necessarie. In primis è sempre meglio evitare di lasciare soli i bimbi con un cucciolo di cane o gatto. Questo perché involontariamente potrebbe causare dolore all’animale che quindi potrebbe reagire in maniera inadeguata. Bisogna anche ricordarsi che animali come cani e gatti sono ricchi di allergeni, ovvero di quelle sostanze che possono indurre reazioni allergiche nei bambini. Ecco perché prima di acquistare un cucciolo sarebbe buona cosa quella di sottoporre il piccolo a delle analisi allergologiche. In questo modo verrà scongiurato il rischio di qualsiasi tipo di crisi legata ad allergie. Inoltre vale la pena ricordare che bisogna prendersi ben cura dei cuccioli facendo attenzione, ad esempio, a tagliare gli artigli nel caso dei gatti o anche semplicemente a lavarli periodicamente così da evitare contaminazioni batteriche pericolose.

Le regole fondamentali per la convivenza serena
Far convivere bene e in maniera del tutto tranquilla bambini con cuccioli di cani o gatti è qualcosa di realizzabile. Il tutto ricordandosi però di alcune regole fondamentali. Innanzitutto bisogna istruire i bambini che ci vuole rispetto per l’animale che non dovrà perciò essere visto come una sorta di pupazzo. Potrà bensì essere un vero e proprio compagno di giochi con cui condividere dei momenti di relax molto benefico sia per lui che per il bimbo. Da ricordare anche che non è cosa buona dargli da mangiare in quanto il regime alimentare degli animali va rispettato. E il bambino potrebbe non sapere che, ad esempio, il cioccolato è veleno per i cani o che una caramella gommosa potrebbe farli strozzare. Per evitare qualsiasi tipo di problema inoltre è bene educare i bambini al rispetto dell’animale anche per quanto concerne il contatto. I cani e gatti non vanno mai strattonati né bisogna disturbarli mentre dormono. Ciò potrebbe farli innervosire e far sorgere così delle reazioni non piacevoli.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *