Igiene dei più piccoli

L’igiene consente di salvaguardare la salute e ridurre i rischi di contrarre malattie infettive. Sia l’igiene personale sia la pulizia dell’ambiente in cui si vive, soprattutto in presenza di neonati o bambini, sono importanti per mantenere il benessere fisico.

In casa, le zone più “a rischio” sono il bagno e la cucina a causa dell’atmosfera calda e umida che favorisce la proliferazione batterica e quindi possono insediarsi microrganismi che portano allo sviluppo di malattie infettive soprattutto a livello delle vie respiratorie, del tratto gastrointestinale e anche sulla cute.

La trasmissione dei microganismi nei primi mesi di vita, avviene soprattutto attraverso le mani e il respiro, ma è sufficiente seguire poche regole per scongiurare l’attacco dei batteri.

Per prima cosa è necessario pulire giornalmente gli ambienti domestici (in particolar modo la cucina e il bagno), cambiando spesso asciugamani, spugne e strofinacci.

Anche la cameretta del bambino va pulita quotidianamente, cambiando lenzuola e federe, favorendo il ricambio dell’aria ed eliminando la polvere da mobili e oggetti che il bambino tende a toccare con le manine.

E’ importante anche evitare di avere una moltitudine di persone in casa, in particolar modo nei primi giorni di vita del bebè, perchè il suo sistema immunitario non è ancora sviluppato completamente.

Così come gli ambienti domestici, anche il fasciatoio e la vaschetta del bambino devono essere disinfettati a ogni cambio pannolino, in modo da eliminare ogni residuo di sporco utilizzando detergenti specifici sia per le superfici sia per la cute del piccolino.

Tenere pulite le orecchie, il nasino e gli occhi è altrettanto fondamentale, utilizzando la soluzione fisiologica e materiali morbidi come dischetti di cotone o garze sterilizzate in acqua bollente e poi fatti raffreddare.

L’igiene delle mani è la prima forma di pulizia perchè spesso i bambini portano le mani alla bocca e risultano essere ricettacolo e veicolo di molti batteri. quindi bisogna lavare le mani quando sono sporche ma anche prima di maneggiare o consumare alimenti, dopo l’uso dei servizi igienici, dopo aver toccato animali, prima di effettuare medicazioni, dopo il gioco, dopo aver soffiato il naso, starnutito o tossito. non è sufficiente un semplice risciacquo, ma è necessario utilizzare sapone e acqua corrente o formulazioni a base alcolica, sfregare per almeno 20 secondi e risciacquare accuratamente.

Le regole per una corretta igiene personale sono quindi: lavaggio delle mani, lavaggi dei denti, bagno o doccia frequenti, cambio della biancheria, evitare di portare le mani alla bocca, non scambiare oggetti personali (asciugamano, spazzolino).

Con questi piccoli accorgimenti, i nostri bambini potranno godere di buona salute!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.