Beauty routine in gravidanza

La gravidanza, complice lo sbalzo ormonale, può portare a dei problemi alla pelle.

Oltre alla comparsa di smagliature e cellulite, in alcune donne possono formarsi delle macchie scure in viso (cloasma gravidico).

La cosa importante da non dimenticare è bere tanta acqua, perchè mantiene in buona salute e rende la pelle sana.

Per quanto riguarda le smagliature, esistono creme specifiche adatte all’utilizzo durante la gravidanza, da applicare quotidianamente.

Ovviamente non si tratta di creme miracolose, ma possono comunque aiutare ad attenuare le smagliature e soprattutto ne limitano la ricomparsa.

Le colorazioni per i capelli senza ammoniaca e conservanti possono essere utilizzate tranquillamente in questo particolare periodo della vita. Alcune aziende, inoltre, hanno progettato una formulazione “light” ancora più delicata.

Per non farsi mancare una coccola ogni tanto, si può portare la tinta dal parrucchiere unendo così la sicurezza e la comodità.

Ance le mani e i piedi possono essere curati normalmente; infatti lo smalto applicato sulle unghie non è stato collegato a complicazioni durante la gravidanza.

Bisogna però fare attenzione alla presenza di retinolo (precursore della vitamina A) nelle creme cosmetiche per il viso e il contorno occhi. Infatti questa sostanza è da evitare durante la gravidanza.

E’  bene applicare una protezione solare sul viso ogni mattina. Questo aiuterà a prevenire la comparsa di macchie scure sulla pelle (il cosiddetto cloasma gravidico).

Per quanto riguarda il make up in gravidanza, affidiamoci sempre a trucchi ben conosciuti e sicuri; in questo modo si può stare tranquille e ci si può continuare a truccare durante tutti i nove mesi della gravidanza.

Sono però da evitare la sauna e il bagno turco perchè possono portare a un abbassamento della pressione che è meglio scongiurare mentre si è incinta.

Quindi, anche durante la gravidanza, possiamo essere belle senza correre nessun rischio per noi e per il bambino!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.