La tiroide: cos’è e come prendersene cura

La tiroide è una ghiandola a forma di farfalla che si trova nella parte anteriore del collo.

Produce due ormoni, triiodotironina (T3) e tiroxina (T4) ed è responsabile di numerosi processi fisiologici come l’accrescimento corporeo, la frequenza del battito cardiaco, il metabolismo dei grassi e degli zuccheri e molti altri.

Le patologie tiroidee più comuni sono:

  • Ipotiroidismo: scarso funzionamento della tiroide che può manifestarsi con stanchezza, aumento di peso ingiustificato, depressione e battito cardiaco rallentato;
  • Ipertiroidismo: eccessivo funzionamento della tiroide che si manifesta con battito cardiaco accelerato, nervosismo, intolleranza al caldo e cute calda e sudata;
  • gozzo: aumento di volume della ghiandola tiroidea;
  • tumori tiroidei.

Sia nell’ipertiroidismo che nell’ipotiroidismo possono presentarsi perdita della memoria, problemi di concentrazione, scarso rendimento scolastico e sbalzi d’umore. Inoltre si possono verificare irregolarità nel ciclo mestruale e nell’ovulazione.

Ovviamente la diagnosi di ciascuno di questi disturbi dovrà essere effettuata dal medico che comincerà con la palpazione del collo per verificare eventuali anomalie nella struttura della tiroide.

In presenza di noduli, verrà eseguita l’ecografia del collo.

Per diagnosticare l’iper e l’ipotiroidismo è necessario invece un esame del sangue.

In caso di patologie a livello della tiroide, il trattamento può prevedere una terapia ormonale sostitutiva, radioterapia a base di iodio-131, intervento chirurgico o trattamenti percutanei (es. laser, radiofrequenza, ultrasuoni).

E’ possibile prevenire gli stati di carenza garantendo il giusto apporto di iodio e selenio. Lo iodio protegge dall’insorgenza dei disturbi legati alla carenza iodica (incremento del volume e insorgenza di noduli); il selenio protegge le cellule dallo stress ossidativo.

In qualunque caso è sempre importante sentire il parere del medico.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.