Come scegliere la baby sitter

Quando la mamma deve rientrare al lavoro e purtroppo non ci sono i nonni disponibili, bisogna affidarsi a una baby sitter.

A volte è solo per poche ore nel pomeriggio, al termine dell’asilo nido, a volte invece per tutta la giornata.

Proprio perchè spesso il bambino passa la maggior parte del tempo con la baby sitter, è importante valutare bene chi scegliere.

Non deve essere troppo giovane in quanto potrebbe non essere abbastanza matura, ma nemmeno troppo anziana perchè, come si sa, sono necessarie molte energie per trascorrere l’intera giornata con un bambino piccolo.

Se la baby sitter è referenziata (da un’agenzia o da altri genitori) meglio ancora, in quanto potremo basarci sull’esperienza di altre mamme.

Ovviamente deve essere una persona dolce e affettuosa perchè il bambino dovrà sentirsi al sicuro pur non essendo con la mamma.

E’ importante non cambiare troppo spesso la baby sitter, perchè questo può destabilizzare il bambino, quindi bisogna essere subito chiari e precisi nello spiegare il tempo che la baby sitter dovrà passare con vostro figlio.

Il primo mese sarà il più importante perchè durante questo periodo il bambino dovrà adattarsi alla nuova situazione ma allo stesso tempo anche la baby sitter dovrà cercare di creare un legame di confidenza e complicità.

La baby sitter poi deve anche essere in grado di far rispettare le regole al bambino e deve seguire le indicazioni dei genitori per quanto riguarda la gestione del piccolo.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.